Creare, gestire e curare un blog aziendale significa assumersi la responsabilità di produrre contenti di qualità editati a dovere.

Ti stai chiedendo perché? Procediamo per gradi.

Blog aziendale: cos’è?

Il blog aziendale è uno strumento di comunicazione che permette di condividere l’attivita della propria impresa con gli utenti. Ma è anche uno spazio nel quale è possibile interagire con il pubblico, raccogliere pareri e capire quanto efficaci sono i messaggi che vogliamo lanciare. Insomma un do ut des del web 2.0.

Se gestito bene, il blog del sito aziendale, costituisce una spinta alla produttività ed alla promozione del business. quali sono le regole per la gestione di un blog aziendale?

Tre elementi: programmazione, fruibilità, tono di voce.

Gestire un blog aziendale alias l’arte della programmazione

Una volta creato il blog aziendale non bisogna lasciare nulla al caso – o al caos. È buona prassi procedere in modo sistematico e organizzare le pubblicazioni secondo un piano editoriale, il quale  permette di fissare obiettivi e mappare vantaggi e trend. Effettuare analisi per organizzare valutare cosa, come e in che forma pubblicare i tuoi contenuti. Fai in modo di creare contenuti utili che soddisfino un’esigenza specifica per un determinato gruppo.

Monitorare e conoscere approfonditamente il campo d’interesse, il pubblico e le piattaforme che si utilizzano è necessario per un blog aziendale di successo così come il supporto del Seo  Specialist. Nella gestione del corporate blog, il Seo Specialist deve essere il tuo migliore amico. Serve a poco un contenuto di qualità se non sai come e dove posizionarlo su Google, quindi un esperto può esserti d’aiuto per dare la giusta visibilità al tuo contenuto.

Parola d’ordine: fruibilità

I post del tuo blog aziendale devo essere pensati, strutturati ed edidati. Cosa significa editare un post? Vuol dire rispettare gli standard richiesti da Google. Inoltre, ogni post deve essere scorrevole, comprensibile ed esprimere il concetto in modo coinciso e veloce.

Puoi rendere un contenuto più interessante e fruibile inserendo all’interno immagini che rafforzano il concetto, infografiche riassuntive, video esplicativi, materiale audiovisivo che fa da supporto al testo scritto.

Ma non finisce qui!  Prima di tutto questo, prima della scelta del layout, il primissimo step da compiere quando si decide di aprire un blog sul sito aziendale è concordare, costruire il tono di voce con il quale intendi rivolgerti ai lettori.

Tono di voce: il suono del testo

Gettate le basi per il blog aziendale, è fondamentale stabilire i il Tono di Voce del blog aziendale all’interno del sito web. La voce rappresenta la personalità e i valori di un’azienda, ma quindi cosa si intende per tono di voce? Per dare una definizione corretta e coerente scelgo le parole di Valentina Falcinelli che definisce – nel libro “I testi che parlano” –  il tono di voce come: “il modo con cui confezioniamo i nostri testi, la somma di tutte le scelte stilistiche, semantiche e linguistiche che facciamo, parola dopo parola”.

Naturalmente il tono di voce – o ToV – ha vari livelli e varie declinazioni che vanno da un estremo all’altro. C’è il tono freddo e distaccato tipico della burocrazia, quello amichevole, ironico, colloquiale addirittura onirico e aggressivo. Puoi usare qualsiasi tono di voce, ammesso che tu lo scelga prima di iniziare a riempire la casella testo del cms. Tieni bene in mente che il tono di voce che decidi di adottare diventerà il valore aggiunto, nonché segno distintivo del tuo blog aziendale.